Sono “morto” SETTE volte e ho perso la gamba dopo aver subito uno stiramento all’inguine

COSA è responsabile di un massimo di 48.000 decessi nel Regno Unito ogni anno, ha un tasso di mortalità del 20% e colpisce 25.000 bambini ogni anno?

La risposta: sepsi.

2

Dave Cram ha sviluppato la sepsi dopo essersi sforzato l’inguine mentre giocava a calcio, è finito al pronto soccorso in agoniaCredito: fornito
Dave, 41 anni, dice

2

Dave, 41 anni, dice “Ho una protesi alla gamba ora ma non sono affatto guarito”Credito: fornito

L’ex fattorino Dave Cram, 41 anni, conosce fin troppo bene la devastazione che può causare.

Lo ha sviluppato dopo essersi sforzato l’inguine mentre giocava a calcio nel gennaio 2020 ed è finito all’A&E in agonia.

Dave, di Blackpool, ha detto: “Un medico di emergenza mi ha visto uscire da un cubicolo, mi ha portato di corsa su un letto, ha detto a mia moglie che stavo morendo e mi ha messo in coma farmacologico per un intervento chirurgico. Non sapevo che stavo combattendo la fascite necrotizzante”.

Dave è stato rianimato sette volte e nel giorno del suo 40° compleanno la sua famiglia “ha dovuto prendere la dolorosa decisione di amputarmi l’intera gamba sinistra dall’anca”.

Mourinho afferma che l'attaccante della Roma Belotti ha una
Nostro figlio potrebbe non essere morto nel 2018 se ci fosse stato lo stesso livello di consapevolezza della sepsi

La sepsi colpisce 245.000 persone all’anno nel Regno Unito e 80.000, come Dave, subiscono effetti che cambiano la vita.

Il dottor Ron Daniels, fondatore e CEO di Sepsis Trust (sepsistrust.org) e consulente in terapia intensiva presso gli University Hospitals di Birmingham, afferma: “La ricerca suggerisce che il numero di persone diagnosticate sta aumentando, ma in realtà stiamo solo migliorando a individuarlo.

‘Il dolore è 50 su dieci’

“Detto questo, man mano che diventiamo una popolazione che vive più a lungo e le generazioni più anziane si sottopongono a trattamenti più invasivi e la resistenza agli antibiotici aumenta, potremmo vedere più persone diagnosticate”.

Svegliandosi per il dolore, Dave è andato prima al suo centro di accoglienza locale dove gli è stato somministrato un antidolorifico co-codamol e poi mandato a casa. Ma quella notte non riuscì a dormire.

Ha detto: “Su una scala da uno a dieci, essendo dieci i più dolorosi, mi sembrava di essere un 50”.

SEGNI DA CONTROLLARE A CASA

IN medicina usiamo varie scale cliniche per valutare qualcuno per la sepsi.

Ci sono sei cose principali che guardiamo: frequenza respiratoria, frequenza cardiaca, pressione sanguigna, livello di ossigeno, coscienza e temperatura. Tuttavia, a casa, non avrai il kit. Invece, controlla questi segni:

RESPIRAZIONE: Quanti respiri si fanno in un minuto? Se è più di 20 o meno di nove, questo è anormale.

FREQUENZA DEL BATTITO CARDIACO: Quanti battiti al minuto? Se è più di 100 o meno di 40, questo è anormale.

COSCIENZA: Sono vigili o stanno diventando assonnati o confusi? La sonnolenza è motivo di preoccupazione.

TEMPERATURA: Se la loro temperatura è inferiore a 35°C o superiore a 38,5°C, questo è preoccupante.

PERIFERIE FRESCHE/CLAMMY: Mani e piedi freddi. Questo è un segno extra preoccupante in quanto significa che il corpo sta iniziando a spegnersi e deviare il sangue verso gli organi interni. Questo, in combinazione con uno qualsiasi degli altri segni di cui sopra, richiede cure mediche immediate.

In pronto soccorso per sette ore, non poteva urinare e si sentiva sempre più male.

Aggiunge: “I test hanno mostrato che i miei reni stavano cedendo e il mio fegato era danneggiato, e nelle due settimane successive ho subito sette operazioni per alleviare la pressione dell’infezione nella mia gamba.

“Alla fine mi sono svegliato, malconcio, livido e con alcune costole rotte dagli arresti cardiaci, ma ero vivo”.

Tre mesi dopo è stato finalmente dimesso dall’ospedale. Dice: “Ora ho una protesi alla gamba ma non sono affatto guarito. Quello che mi è successo influenzerà il resto della mia vita.

“Ogni giorno vorrei non aver accettato il co-codamol e tornare a casa. Se avessi detto qualcosa, forse le cose sarebbero diverse”.

Cosa fare

Consulta SEMPRE un medico urgente o vai direttamente in ospedale se pensi che qualcuno possa avere la sepsi.

Non tutti avranno sintomi tipici. Le persone molto anziane, molto giovani e le persone che hanno problemi con il loro sistema immunitario possono sviluppare caratteristiche insolite, rendendo la diagnosi più difficile.

Queste persone sono a più alto rischio di sviluppare la sepsi, quindi è importante essere molto vigili.

Il dottor Ron aggiunge: “La sepsi è molto più comune negli adulti che nei bambini. Ma se sei un genitore che sospetta la sepsi o che tuo figlio non sta bene, fidati del tuo istinto.

“Conosci tuo figlio meglio di chiunque abbia una laurea in medicina, quindi preparati a sostenerli e se non sei felice, non lasciare l’ambulatorio medico o il pronto soccorso”.


BISOGNO DI SAPERE

IN occasione della Giornata Mondiale della Sepsi, la dottoressa Zoe Watson, fondatrice di Wellgood Wellbeing, rivela tutto ciò che devi sapere sulla sepsi…

COS’È LA SEPSI? A volte chiamata setticemia o avvelenamento del sangue, la sepsi non è una malattia in sé, ma è la reazione del corpo a una grave infezione già presente in essa.

Ad esempio, potresti sviluppare sepsi da polmonite, una puntura d’insetto infetta o un’infezione virale come il virus dell’herpes. Le infezioni che portano alla sepsi iniziano più spesso nel polmone, nel tratto urinario, nella pelle o nel tratto gastrointestinale.

PERCHE’ ACCADDE? La sepsi si verifica quando un’infezione che hai già innesca una reazione a catena in tutto il corpo, rilasciando una serie di sostanze chimiche infiammatorie per aiutare a combattere l’infezione.

Questo accade anche nelle infezioni normali, ma nella sepsi il sistema immunitario essenzialmente reagisce in modo eccessivo e provoca il rilascio di troppi marcatori infiammatori.

Queste sostanze chimiche iniziano a interferire con cose come la coagulazione del sangue e la pressione sanguigna, che alla fine portano a danni agli organi interni del corpo.

La principessa Charlotte condivide un momento toccante con Harry durante il funerale della regina
Gli inglesi in lacrime mentre il pony preferito dei Queen, Emma, ​​si esibisce in un addio MOLTO speciale

Se non trattata, la sepsi può eventualmente trasformarsi in shock settico – lo stadio terminale della sepsi – in cui gli organi del corpo hanno iniziato a spegnersi. Senza un trattamento tempestivo, la sepsi può portare rapidamente a danni ai tessuti, insufficienza d’organo e morte.

Ma se presi in tempo e la persona viene avviata al trattamento corretto (che varia a seconda del tipo di organismo che causa l’infezione che ha causato la sepsi), possono guarire bene.

Sintomi

PREOCCUPANTE, i sintomi della sepsi possono spesso essere molto vaghi. Può solo sembrare una brutta influenza.

Potresti avere: letargia, vomito, diarrea, febbre, brividi, dolori muscolari.

Tutti questi sintomi sono comuni in molte malattie virali, quindi è fondamentale cercare prove obiettive di sepsi con un esame fisico e una storia buona e chiara che definisca la cronologia della malattia.

Ci sono state prove di un’infezione nei giorni precedenti lo sviluppo di questi sintomi? Un taglio sulla mano che sembra arrabbiato e rosso?

Aumento del dolore e della frequenza durante la pipì, che potrebbe suggerire un’infezione alle urine?

Brutta tosse e dolore alla respirazione, che potrebbe essere la polmonite?

Un’infezione a cui sono già stati somministrati antibiotici ma ti senti ancora molto male? Tutte queste situazioni dovrebbero far suonare il tuo “radar sepsi” e farti cercare un’ulteriore valutazione medica.

0 0 voti
VALUTAZIONE
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedback
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe leggere i vostri pensieri, si prega di lasciare un commento.x

I TUOI CREDITI

TOTALE PUNTI DISPONIBILI

Copia la frase o la parola contenente l’errore ortografico e Incollala nel campo del Modulo “Scrivi l’errore”

Dopo aver inviato, con successo, il Modulo Errori Ortografici, riceverai una Email con Oggetto Strafalcioni WebPost Errori 

REGISTRATI
se non funziona aggiorna la pagina, clicca F5 della tastiera (tasti in alto)

ACCESSO CLIENTI

OPPURE ACCEDI CON I SOCIAL

Facebook
Google
Linkedin
Twitter

ACCESSO CLIENTI

fb
Facebook
twitter
Twitter
google+
Google
linkedin
Linkedin

OPPURE ACCEDI CON I SOCIAL