I detenuti durante le azioni contro la guerra a Makhachkala sono stati torturati dalla polizia

I detenuti durante le azioni contro la guerra a Makhachkala sono stati torturati dalla polizia

I partecipanti alle manifestazioni in Daghestan contro la mobilitazione sono stati torturati nel dipartimento di polizia regionale. Lo ha affermato l’avvocato Nadezhda Borodkina, che rappresenta quattro imputati in procedimenti penali sull’uso della violenza contro le forze di sicurezza durante le azioni contro la guerra a Makhachkala.

“Quando sono stati collocati nei dipartimenti regionali del ministero dell’Interno, sono stati picchiati dai dipendenti. Tutti hanno lesioni fisiche, lividi, un cliente lamenta un forte dolore al torace – una sospetta frattura delle costole. I risultati del le visite mediche non sono ancora state ricevute”, ha detto l’avvocato.

Secondo Borodkina, dopo le manifestazioni, sono stati aperti più di 20 procedimenti penali sull’uso della violenza contro funzionari del governo. Gli imputati rischiano fino a 10 anni di carcere.

“Su circa 20 imputati di cui sono a conoscenza, solo due sono stati rilasciati – hanno ricevuto misure restrittive di contenzione non legate alla privazione della libertà. Gli altri sono in carcere”, ha aggiunto l’avvocato.

Borodkina ha sottolineato che le registrazioni video degli attacchi agli agenti di polizia, così come le testimonianze degli stessi agenti, servono come prova nei casi penali. Ma i suoi amministratori dichiarano motivazioni completamente diverse: inizialmente non avevano intenzione di attaccare le forze di sicurezza, ma lo hanno fatto, difendendo le donne che sono state picchiate durante la detenzione.

  • Il 21 settembre il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato una mobilitazione parziale nel Paese e ha firmato un decreto corrispondente. La mobilitazione comporta la coscrizione obbligatoria dei coscritti nell’esercito. Prima di questo decreto, soldati a contratto e mercenari volontari che non erano stati mobilitati prendevano parte alla guerra in Ucraina.
  • A Makhachkala, il 25 e 26 settembre, si sono svolte proteste contro la mobilitazione. Come riportato da Kavkaz.Realii, il 25 settembre circa 120 persone sono state detenute. Sono state avviate cause penali contro otto di loro, il giorno successivo sono state portate ai dipartimenti di polizia circa 110 persone, di cui almeno 28 minorenni. Sono stati avviati circa 30 procedimenti penali. Diverse persone sono già state mandate in carcere.
  • Sul sito web della Corte sovietica di Makhachkala sono apparsi i testi delle decisioni sulla responsabilità amministrativa ai sensi dell’articolo del “rally”: alcuni partecipanti alle proteste contro la mobilitazione tenutesi in Daghestan sono stati multati e arrestati amministrativamente.
0 0 voti
VALUTAZIONE
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedback
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe leggere i vostri pensieri, si prega di lasciare un commento.x

I TUOI CREDITI

TOTALE PUNTI DISPONIBILI

Copia la frase o la parola contenente l’errore ortografico e Incollala nel campo del Modulo “Scrivi l’errore”

Dopo aver inviato, con successo, il Modulo Errori Ortografici, riceverai una Email con Oggetto Strafalcioni WebPost Errori 

REGISTRATI
se non funziona aggiorna la pagina, clicca F5 della tastiera (tasti in alto)

ACCESSO CLIENTI

OPPURE ACCEDI CON I SOCIAL

Facebook
Google
Linkedin
Twitter

ACCESSO CLIENTI

fb
Facebook
twitter
Twitter
google+
Google
linkedin
Linkedin

OPPURE ACCEDI CON I SOCIAL