Di cosa si è parlato durante la trasmissione della maratona “FreeDom” il 29 settembre

Di cosa si è parlato durante la trasmissione della maratona "FreeDom" il 29 settembre

Mobilitazione in Russia e sue probabili conseguenze, pseudo-referendum degli occupanti, incidente sui “Nordic Streams”.

Al mattino-pomeriggio (durata dieci ore) blocco del canale in lingua straniera, un commentatore politico Ihor Petrenko (conosciuto anche come il proprietario della nuova compagnia televisiva degli ex dipendenti del gruppo mediatico “Ucraina”) ha affermato che Francia e Germania non hanno affrontato la crisi in Europa, causata in particolare dalla guerra in Ucraina. Ma i paesi dell’Europa orientale hanno mostrato resilienza, principalmente la Polonia e l’Ucraina è generalmente lo scudo dell’Europa.

Membro del Club di Discussione Economica Ruslan Osypenko ha osservato che l’ONU non ha fatto il suo dovere: non ha potuto impedire la guerra e non può fermarla. Anche la Società delle Nazioni, predecessore dell’ONU, un tempo escludeva dalla sua adesione i trasgressori del suo statuto. Si trattava anche di come la strategia del capo dell’Ufficio del Presidente aiuti la vittoria dell’Ucraina: secondo il presentatore, Denys Pokhila, ovviamente, l’Unione Europea aveva precedentemente introdotto sanzioni contro la Russia, ma da quando il gruppo Yermak-McFaul ha iniziato a lavorare , il processo ha preso slancio.

Commentatore politico Volodymyr Fesenko ha osservato che la politica di isolamento della Russia è già in vigore, in particolare a causa del fatto che Zelensky sta alzando il livello, chiedendo restrizioni per i russi in molti settori della vita.

Tecnologo politico Boris Tiesenhausen ha parlato del grande ruolo del “soft power” nella diplomazia ucraina nella persona di Olena Zelenska.

Il direttore della fondazione “Sitting Russia” ha parlato della mobilitazione in Russia Olga Romanovache ha definito la mobilitazione il “crollo delle illusioni” di molti russi, ricercatore del Consiglio Atlantico Peter Dickinsonattivista e giornalista russo per i diritti umani Oleksandr Cherkasov. Secondo Cherkasov, per la maggior parte dei russi, anche per i patrioti acclamanti, la guerra era qualcosa di estraneo e distante. “Una cosa è chiedere un successo nazistisdraiato sul divano, è tutt’altra cosa spostare la propria carcassa dove può succederle qualcosa.”, ha osservato. Allo stesso tempo, chi fugge dalla guerra non ucciderà nessuno. In risposta all’osservazione dell’ospite secondo cui “non si tratta di eroismo, potrebbero cambiare qualcosa in Russia”, Cherkasov ha iniziato a spiegare quanto sia difficile rovesciare Putin e ha affermato che gli ucraini non sono andati al Maidan nel 2012, ma solo in Anno 2013 Al che il presentatore ha notato che il confronto tra Maidan e “proteste” in Russia non è corretto.

Il documentario di Svitlana Lishchynska “Mariupol. Ricostruzione”.

Nel blocco del canale “Inter”, il capo del centro stampa di coordinamento congiunto delle forze di difesa dell’Ucraina meridionale Natalia Humenyuk ha parlato delle perdite del nemico nella direzione di Kherson.

Rappresentante del Presidente dell’Ucraina in Crimea Tamil Tasheva ha commentato la mobilitazione dei tartari di Crimea, che hanno ricevuto oltre l’80% di tutte le citazioni notificate nella penisola occupata.

Consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andryuschenko ha parlato del City Day, che i cittadini di Mariupol celebrano in diverse parti dell’Ucraina, nonché della mobilitazione a Mariupol.

oppositore russo Dmitro Hudkov ha commentato le probabili conseguenze della mobilitazione, la peggiore delle quali è la “fuga di cervelli”. Hudkov ritiene che le proteste pacifiche non abbiano senso: “Quando centinaia di poliziotti antisommossa armati sono contro di te e hai solo un nastro bianco…Ha anche osservato che è stato rotto il contratto sociale con lo Stato, secondo il quale garantiva sicurezza in cambio di lealtà e non interferiva nella vita dei cittadini. Nel prossimo blocco Hudkov ricontattato lo studio.

Vice capo del Centro per le strategie di difesa Alina Frolova ha sottolineato che le proteste in Iran in una settimana hanno portato al fatto che il Paese sta già discutendo di un cambio di potere. Ma i russi non sono capaci di questo.

Il sindaco di Melitopol è nel blocco del gruppo di canali StarLightMedia Ivan Fedorov ha detto che nella regione di Zaporizhia, su circa un milione e mezzo di residenti, settemila hanno preso parte allo pseudo-referendum, ovvero circa lo 0,5%, ma anche questo numero è in discussione. Alla domanda un po’ ingenua dell’ospite, da dove proveniva più dell’80%, che è stata segnalata dagli occupanti e dai collaboratori, Fedorov ha risposto che puoi disegnare qualsiasi numero.

economista russo Tatyana Mykhaylova ha condiviso l’impressione che ora nessuno lavori in Russia: alcuni stanno cercando di andare all’estero, altri stanno cercando di salvare dalla mobilitazione parenti, amici, colleghi, studenti, ecc., altri stanno acquistando almeno alcune attrezzature per coloro che hanno già stato mobilitato, perché i mobilitati sono quasi non forniscono nulla. Nel bilancio per il prossimo anno sono state poste ingenti somme di denaro per l’esercito e la guerra, ha aggiunto lo specialista, e questo viene nascosto alla gente.

Sergey Fursa ha commentato l’incidente sui “Nordic Streams” e le dichiarazioni della Russia in merito alla convocazione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, al risarcimento dalla Germania, ecc.

Caporedattore di SOVA.News Marta Ardashelia ha parlato della situazione al confine georgiano-russo, attraversato dai profughi della mobilitazione, nonché della tensione nella società, perché la guerra in Ucraina ha aperto le ferite causate dalla guerra russo-georgiana del 2008.

0 0 voti
VALUTAZIONE
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedback
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe leggere i vostri pensieri, si prega di lasciare un commento.x

I TUOI CREDITI

TOTALE PUNTI DISPONIBILI

Copia la frase o la parola contenente l’errore ortografico e Incollala nel campo del Modulo “Scrivi l’errore”

Dopo aver inviato, con successo, il Modulo Errori Ortografici, riceverai una Email con Oggetto Strafalcioni WebPost Errori 

REGISTRATI
se non funziona aggiorna la pagina, clicca F5 della tastiera (tasti in alto)

ACCESSO CLIENTI

OPPURE ACCEDI CON I SOCIAL

Facebook
Google
Linkedin
Twitter

ACCESSO CLIENTI

fb
Facebook
twitter
Twitter
google+
Google
linkedin
Linkedin

OPPURE ACCEDI CON I SOCIAL